Espresso Italiano Champion, emozioni targate Wega

CSLPP4SXAAUa-wY

Il perfetto espresso è un gioiello piccolo e prezioso, proprio come un diamante. La differenza la fanno i dettagli e l’occhio dell’intenditore, capace di distinguere gli eventuali difetti e riconoscere la vera perfezione.

A Host Milano, la ricerca dell’espresso impeccabile è andata in scena ieri presso lo stand Wega che ha ospitato la finalissima dell’Espresso Italiano Champion. Una sfida appassionante ambientata in uno scenario memorabile, sullo sfondo del grande diamante rilucente che troneggia sul main bar Wega.

Sei finalisti di varie nazionalità si sono dati battaglia sotto gli occhi di una giuria internazionale, composta da giudici italiani, coreani e taiwanesi, per conquistare il titolo di Espresso Italiano Champion: ovvero, il  professionista capace di rappresentare nel mondo l’eccellenza della caffetteria di stile italiano. Una sfida ambiziosa, promossa da INEI – Istituto Nazionale Espresso Italiano – che si è svolta ieri alla presenza di Paolo Nadalet, CEO Wega e Presidente INEI, richiamando il pubblico delle grandi occasioni.

Per i finalisti una sola missione: tarare la propria attrezzatura e preparare in soli 11 minuti quattro espresso e quattro cappuccini perfetti, valutati da una doppia giuria: tecnica e  sensoriale, quest’ultima operante in modo blind secondo gli standard dell’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (Iiac).

Tutti i concorrenti hanno autografato le macchine ufficiali della finale (due splendide Wega Polaris in edizione limitata, personalizzate per l’occasione), ma solo uno ha firmato la vittoria, il 24enne greco Giannis Magkanas.

Grandi emozioni per tutti, non solo per il bravissimo vincitore ma anche per tutto lo staff Wega che ha lavorato con grande affiatamento per contribuire al successo dell’evento.

Nella foto Giannis Magkanas con Paolo Nadalet e Luigi Odello

www.wega.it