Wegaconcept da record ai Mondiali di Sci Nordico in Val di Fiemme

132

È cominciato tu158tto con un inno infuocato, eseguito dai cori trentini diretti da Goran Bregović in piazza del Duomo a Trento, tra scalate sulla Torre Civica e pianoforti sospesi, ed è proseguito all’insegna dell’emozione pura tra le nevi della Val di Fiemme. Dal 20 febbraio al 3 marzo i Campionati del Mondo di Sci Nordico hanno monopolizzato l’attenzione globale dispiegando una poderosa macchina organizzativa che ha registrato numeri importanti, tra cui 8137 accreditati, 1.496 membri dei team in gara e 360mila spettatori con picchi di 400mila per le cerimonie di premiazione. Circa 40mila sono stati i turisti ospiti degli hotel delle valli trentine, suddivisi tra la Val di Fiemme, la Val di Fassa e le valli limitrofe, con 12mila prenotazioni dirette nelle strutture del Trentino.

Altro record degno di nota è quello dei caffè prodotti dalle macchine Wega nel corso dei dieci giorni di gara: presenti con 014dieci ‘isole del caffè’ in location selezionate – il ristorante Vip al Centro del Fondo, lo Chalet Italia, lo Sporting Center Predazzo, i tendoni del pubblico presso il Centro del Fondo e lo Stadio del Salto –  le Wegaconcept, personalizzate con una speciale grafica dedicata alla rassegna iridata, hanno totalizzato performance brillanti, nell’ordine dei 10mila caffè complessivi.

“Non a caso, per la partnership con il Comitato Organizzatore di Fiemme 2013 Wega ha deciso in qualità di fornitore ufficiale della manifestazione di contare sul proprio top di gamma, ovvero su una macchina studiata per dosare le energie in funzione del risultato, come ogni buon atleta che si rispetti” ha commentato l’Amministratore  Delegato Paolo Nadalet. “Il nostro brand è da sempre124 vicino allo sport e orientato alle performance di alto livello, come testimonia la Wegaconcept, macchina per espresso a consumi ridotti in grado di rilevare l’attività dell’operatore e implementare automaticamente le funzioni di lavoro e di stand-by, con un risparmio certificato del 47,6% in condizioni di riposo e del 30% in fase operativa”.

Insomma, una bella soddisfazione tutta italiana in questo mondiale – il terzo ospite della vallata negli ultimi 22 anni – più avaro del previsto sul fronte del medagliere, ma non certo della passione tricolore, infiammatasi soprattutto in occasione delle staffette 4x10Km maschile e dello sprint donne.


www.wega.it